Diario di Vale

Dolci ricordi indelebili…

Ci sono persone che meriterebbero l’eternità soltanto per come hanno vissuto, per l’amore che ci hanno donato.

Mi sono sempre chiesta cosa possa fare la morte su di loro, se davvero le allontani da noi.

Negli ultimi due anni ho perso una persona davvero importante, che mi ha spinto a chiedermi cosa possa rappresentare davvero la morte, quali effetti provochi…

La scomparsa di una persona che amiamo ci spaventa sempre, ci spinge ad interrogarci sui nostri sentimenti, sulle nostre paure.

Crediamo che ci costringa ad un cambiamento inatteso, che nessuno di noi vorrebbe affrontare mai.

In parte forse è proprio così: la morte ci mette di fronte ad un grande limite, l’assenza.

Non possiamo più parlare con la persona che amiamo, non possiamo più trascorrere del tempo in sua compagnia, ascoltarne la voce, né tantomeno stringerla.

Come potremmo non considerare tutto questo un cambiamento doloroso?

Eppure, al tempo stesso, la morte ci porta a vivere a pieno, con maggiore consapevolezza, quel tempo che abbiamo vissuto con quella persona.

Se c’è una cosa che mi ha sempre spaventato è dimenticare chi amo… E la morte ti mette di fronte a questa realtà…

Ho invece scoperto che al contrario la morte è capace di regalare DOLCI RICORDI INDELEBILI…

Riesce a rendere i momenti che abbiamo assaporato eterni, LA MORTE E’ CAPACE DI REGALARE L’IMMORTALITÀ’ AL TEMPO!

Per poter donare l’eternità a quegli istanti però richiede di averli vissuti a pieno.

Abbiamo quindi una sola possibilità: respirare a pieni polmoni il tempo che trascorriamo con le persone che amiamo.

Solo in questo modo la morte non potrà portaci via nulla.

Ovunque vada la persona che amiamo, tutto ciò che abbiamo condiviso con lei farà parte di noi, tornerà nella nostra mente, vivrà impresso nel nostro cuore…

Sarà come avere uno scrigno pieno di gioielli preziosi da poter tirare fuori nelle occasioni speciali: già solo vederli ci regalerà un sorriso.

E’ quello che mi succede anche se penso per un solo istante alla persona che vedete nell’articolo.

Mi basta vedere quella foto della mia amatissima NONNA INES per sentirmi quasi tra le sue braccia, con quell’odore acre ed inconfondibile di multifilter dure rosse, le sue sigarette preferite.

Ci sono giorni in cui la sua voce sembra ancora risuonarmi nelle orecchie così come le sue risate, chiudo gli occhi e vedo il suo bellissimo sorriso, quello sguardo penetrante.

Amici delle Pagine di Vale, dovete credermi: la morte non deve farci paura se abbiamo trascorso con le persone che abbiamo perso momenti speciali.

Loro saranno con noi per sempre! ♥️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.