Subiaco

Un bianco lunedì!

Il lunedì è da sempre il giorno più temuto della settimana: coincide con il ritorno al lavoro, a scuola, alle fatiche dopo la meraviglia del weekend.

Poi ci sono però i lunedì che ci spiazzano, ci sorprendono sovvertendo la nostra routine: proprio come stamattina.

Ti alzi, arrivando in cucina con gli occhi ancora incapaci di guardare nitidamente quello che ti circonda e stai quasi per preparare il tuo caffè (ve l’ho già detto che è uno dei vizi a cui non so proprio rinunciare!?!) quando la magia del tuo paese innevato ti costringe a fermarti.

Subiaco imbiancata è una meraviglia per gli occhi, sembra quasi di essere catapultati in un presepe vivente, con i tetti fumanti per via dei camini accesi e quelle lucine così gialle delle finestre rese ancor più magiche dal contrasto con il pallore della neve.

E’ questa la vera magia che la neve sa regalare: ci costringe a fermarci, anche se non vorremmo, la natura ci ricorda che è lei a dettare le condizioni facendoci sperimentare quanto l’essere umano le sia debitore e quanto ci sia da imparare dalla sua perfezione.

Se c’è una cosa però che in assoluto amo della neve è senza dubbio il silenzio, quel magnifico silenzio che ti fa scoprire dettagli sconosciuti di un paesaggio che crediamo di conoscere bene ma che solo la sosta forzata ci fa apprezzare davvero.

La neve ci dona un non-tempo, una quiete meravigliosa della quale possiamo solo godere.

Non credo sia un caso che il suo colore sia proprio il bianco: la neve è come un bambino, nella purezza del suo candore ti consente di scorgere di più.

Anche se gli occhi sembrano costretti a fermarsi osservandola semplicemente, essa ci spinge ad andare oltre svelando misteri fino ad allora sconosciuti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.